EUROMAYDAY

EUROMAYDAYS - THE NED

Dodici mesi esatti ci separano dall'apertura dei cancelli di Expo2015: il grande evento che soprattutto nell'ultimo anno ha concentrato su di sé aspettative, roboanti promesse di progresso e sviluppo, ma anche tutto il peggio di una ricetta di ripresa economica centrata su precarietà lavorativa, speculazione finanziaria, cemento, stato d'eccezione e poteri speciali.

A un anno da Expo 2015 e in prossimità del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea, stiamo pensando in grande: l'appuntamento dell'Euromayday 2014 non si esaurirà nella Parade del 1 Maggio ma aprirà una tre giorni di dibattiti, proposte e azioni: The NED, i NoExpoDAys.

Rompiamo il vaso di Pandora | comunicato All’alba di martedì 16 dicembre, undici persone (sette donne e quattro uomini), sono state arrestate con l’accusa di terrorismo nell’ambito dell’operazione “Pandora” nelle città di Barcellona, Madrid, Manresa e Sabadell. Oltre quindici le perquisizioni effettuate tra abitazioni e spazi occupati ed un totale di oltre 400 “mossos d’esquadra” impiegati in tutto il paese. Secondo le parole del ministero dell’interno, a partire dal 2012, sarebbero una...
continua »
ASSEMBLEA NAZIONALE VERSO UN 1 maggio 2015 NOEXPO Sabato 17 gennaio, dalle 10.00 alle 18.00 Università Statale di Milano, via Festa del Perdono A pochi mesi dall’inizio di Expo2015, questioni che vengono da lontano portano i nodi al pettine. Il percorso NoExpo è iniziato nel 2007, ben prima dell’assegnazione dell’esposizione universale a Milano, e ha accolto negli anni una pluralità di soggetti, affermando un pensiero critico rispetto alle logiche e ai processi che...
continua »
ASSEMBLEA NAZIONALE VERSO UN 1 maggio 2015 NOEXPO Sabato 17 gennaio, dalle 10.00 alle 18.00 Università Statale di Milano, via Festa del Perdono A pochi mesi dall’inizio di Expo2015, questioni che vengono da lontano portano i nodi al pettine. Il percorso NoExpo è iniziato nel 2007, ben prima dell’assegnazione dell’esposizione universale a Milano, e ha accolto negli anni una pluralità di soggetti, affermando un pensiero critico rispetto alle logiche e ai processi che...
continua »
La città del profitto e del controllo Da qualche settimana i conflitti sociali sorti nelle periferie urbane, in particolare a Roma e Milano sebbene siamo davanti a due ben distinte situazioni, stanno occupando i media mainstream oltre che le energie del ministero della difesa e dell’interno. I leit motiv delle riflessioni apparse a video e sulla stampa (in particolare sul Corriere per il caso milanese) sono “ripristino della legalità”, “forte disagio sociale”,...
continua »
#ScioperiamoExpo, contro debito cemento precarietà Continuiamo la pubblicazione di riflessioni e contributi sul 14N pubblicando l’articolo della rete Attitudine NoExpo pubblicato su noexpo.org Lo sciopero sociale del 14 novembre ha portato per le vie di Milano diverse migliaia di persone, tra studenti e studentesse, precari e precarie, disoccupati e disoccupate. Scioperiamo Expo è stata la declinazione metropolitana di questa inedita sperimentazione di sciopero dal basso. Abbiamo scioperato Expo portando in...
continua »
#NoCanal ebook: storia della lotta che ha messo a nudo Expo Un anno fa iniziava la lotta No Canal nei parchi Pertini, Trenno e delle Cave contro la Via d’Acqua di Expo 2015. Ma già dal 2012 avevamo iniziato un lavoro di contro-informazione su un opera che secondo noi raccontava, e racconta, il “sistema Expo”. Quello fatto di corruzione economica, politica e sociale, quello fatto di disprezzo dell’ambiente, quello fatto di poteri speciali e commissari unici...
continua »
908 volte: stop dissesto, stop via d’acqua Da mesi siamo al fianco dei Comitati No Canal per evidenziare la nocività, l’inutilità, il costo eccessivo della Via d’acqua sud di Expo 2015. Da giorni ci troviamo, al pari di moltissimi cittadini della città, a lottare contro i danni provocati dalle esondazioni di Seveso, Lambro, Olona nella città di Milano. Questo pomeriggio per un’ora (ma il TweetStorm sta proseguendo virale…) abbiamo così invitato il...
continua »
Sciopero sociale, buona la prima. di Thomas Müntzer Lo sciopero sociale è riuscito. Certo, non ha fermato il paese, non c’è stato il blocco della produzione sociale. Ma non era questo l’obiettivo. La giornata è riuscita perché, dopo tanto tempo, s’è riaperto uno spazio sociale, collettivo e conflittuale. Non era scontato. Sappiamo bene che analoghe iniziative, nei mesi precedenti, si sono depotenziate da sole per mancanza di slancio ricompositivo e...
continua »
15 e 22N – Loro #Expo e precarietà, noi #exproprio e #scioperosociale
continua »
15Novembre #NOCANAL storia di una lotta + CEGNA DJSET h19.00 Vi invitiamo tutte e tutti a una serata di discussione, controinformazione e socialità per capire insieme cosa sta succedendo nella Milano di Expo2015 a partire dai nostri quartieri, per capire come stanno distruggendo i nostri territori e come riappropriarcene. In questa serata vogliamo conoscere da vicino la lotta dei comitati NoCanal, un esperienza di autorganizzazione dai cittadini dei quartieri di Baggio e del Gallaratese,...
continua »
Milano nell’immaginario turistico internazionale Il progetto si compone di due parti distinte ma interdipendenti che possono mettere in luce, da un lato, il racconto della Milano turistica nel mondo attraverso testimonianze dirette e, dall’altro, un’analisi critica che evidenzi verità, contraddizioni e stereotipi. (deliberazione della giunta comunale n. 2053 del 17/10/2014) “Chiamata alle armi” del Touring Club Italiano: 1000 operatori presteranno (in ipotesi, la campagna di reclutamento è solo all’inizio)...
continua »
#14N SCIOPERO SOCIALE   FOA BOCCACCIO e Collettivo Co.M.P.O.St. in piazza: ritrovo ore 8.30 all’Arengario di Monza, poi si va tutti insieme a Milano! Venerdì 14 novembre sciopero sociale precario nazionale per fermare Jobs Act, austerità, piano casa, legge di Stabilità, decreto Sblocca Italia, contro “la ‘Buona Scuola’ di Renzi e l’entrata dei privati nei luoghi della formazione”. A Milano l’opposizione sociale organizza la protesta lanciando l’appello #‎ScioperiamoExpo:...
continua »
Nessuno cancellerà questo sangue. Riflessioni sulla lotta al Testet e sulla morte di Rémi Fraisse. Ripubblichiamo in combo con Torchiera un articolo lungo prodotto dagli attivisti di NoTav Paris che ce l’hanno segnalato Nessuno cancellerà questo sangue. Riflessioni sulla lotta al Testet e sulla morte di Rémi Fraisse. Questi 3 capitoli sono il risultato di una scrittura collettiva che aspira a fare il punto dopo due settimane di mobilitazioni intense vissute da un gruppo di italiani attivi nella realtà parigina....
continua »
Se anche il post-Expo è Expo Flop Il 15 novembre scade la gara per la vendita dei terreni che ospiteranno il sito Expo 2015. Base d’asta 315 mln di euro, poco più di quanto sia stato investito per acquistarli, più gli interessi. A oggi non si è ancora presentato nessuno, il rischio che la gara vada deserta è concreto. La gara è stata resa necessaria, ricordiamolo, perché per la prima volta Expo...
continua »
Giuseppe Sala ed Expo 2015 ospiti indesiderati a Rho! Accogliamoli! Martedì 11 novembre dalle 20:30 presidio No Expo sotto il palazzo comunale Per martedì 11 novembre è convocato a Rho un consiglio comunale al quale sono invitati anche il commissario unico di Expo 2015 nonché AD di Expo 2015 S.p.A. Giuseppe Sala e il direttore comunicazione di Expo 2015 S.p.A. Rossella Citterio. Uno solo il punto all’ordine del giorno: “Expo 2105: opportunità per il territorio...
continua »
#14N #ScioperoSociale: #ScioperiamoExpo anche a Rho Il 14 novembre incrociamo le braccia, incrociamo le lotte Venerdì 14 novembre sciopero sociale precario nazionale per fermare Jobs Act, austerità, piano casa, legge di Stabilità, decreto Sblocca Italia, contro “la ‘Buona Scuola’ di Renzi e l’entrata dei privati nei luoghi della formazione”. ———————————————————- Martedì 11 novembre – h. 17:00 VERSO E OLTRE IL #14N: ASSEMBLEA STUDENTESCA SOS Fornace – Rho, via Moscova 5 ———————————————————- Martedì 11...
continua »
Democristiano, pregiudicato, immanicato: per Expo 2015 profilo perfetto! Prendete un manager navigato di aziende ed enti pubblici o assimilati, Claudio Artusi, un figlio della DC prima repubblica, condannato per corruzione, già manager dell’Anas e amministratore delegato di Fiera Milano, nonché di Sviluppo Sistema Fiera, per cui ha curato la vendita dell’ex area fieristica in città a CityLife, di cui è diventato poi presidente fino al 2012; amico di Roth, deus ex macchina di...
continua »
#14N scioperiamo #EXPO In principio era la scarsa crescita: meno lacci e lacciuoli, costo del lavoro più basso, rilancio dell’economia. Poi arrivò la stagnazione, differenti bolle esplosero, consentendo ristrutturazioni di interi settori a scapito dei diritti e dei salari di chi vi lavorava. Poi giunse la crisi finanziaria, come un’epifania, a metterci tutti in riga per lavorare per il bene di tutti, padroni e lavoratori insieme, per uscire...
continua »
E’ ora di #ScioperoSociale In principio era la scarsa crescita: meno lacci e lacciuoli, costo del lavoro più basso, rilancio dell’economia. Poi arrivò la stagnazione, differenti bolle esplosero, consentendo ristrutturazioni di interi settori a scapito dei diritti e dei salari di chi vi lavorava. Poi giunse la crisi finanziaria, come un’epifania, a metterci tutti in riga per lavorare per il bene di tutti, padroni e lavoratori insieme, per uscire...
continua »
Il milione della Cgil, lo sciopero sociale, il diritto alla Città Una delle frasi fatte che circolano di più in questi giorni, dopo la manifestazione oceanica della Cgil di sabato a Roma, è “non si può ignorare un milione di persone”. Vero, siamo d’accordo. Eppure vogliamo anche stare attenti a non cadere nell’errore opposto che, visto il vuoto politico che ci circonda, legge necessariamente nella piazza romana un segnale di nuovo conflitto e ritrovata voglia di...
continua »