EUROMAYDAY

EUROMAYDAYS - THE NED

Dodici mesi esatti ci separano dall'apertura dei cancelli di Expo2015: il grande evento che soprattutto nell'ultimo anno ha concentrato su di sé aspettative, roboanti promesse di progresso e sviluppo, ma anche tutto il peggio di una ricetta di ripresa economica centrata su precarietà lavorativa, speculazione finanziaria, cemento, stato d'eccezione e poteri speciali.

A un anno da Expo 2015 e in prossimità del semestre di presidenza italiana dell'Unione Europea, stiamo pensando in grande: l'appuntamento dell'Euromayday 2014 non si esaurirà nella Parade del 1 Maggio ma aprirà una tre giorni di dibattiti, proposte e azioni: The NED, i NoExpoDAys.

Sostenibilità surgelata | Bollettino n.7     Ricordate il violento litigio non sanato fra Fiera di Milano e Fiera di Parma, il cui prodotto fu un padiglione corporate Italia da aggiungersi al padiglione Italia? Il 27 febbraio scorso è stato presentato il progetto di Cibus Italia, nato dalla collaborazione di Federalimentare e Fiera di Parma, fruibile in forma di rendering. 420 aziende partecipanti, anche Interni sarà della partita e ne...
continua »
A volte ritornano I Bollettino n. 6   Ricordate la Elios? La prima azienda allontanata dal cantiere Expo per via di un protocollo di legalità successivamente stuprato da chiunque, torna in campo per portare a termine la Zara/Expo L’estromissione (poi ribaltata da una sentenza del Tar lombardo) fu originata da un’indagine in corso della Procura di Verbania per traffico illecito di rifiuti, frode ai danni di enti pubblici e associazione per delinquere...
continua »
Appunti da Milano sulla marcia NoTav Sabato 21 centocinquanta notav hanno manifestato per le vie di Torino. Non è un refuso. Parliamo del corteo delle 18, quello del carro bestiame partito da Milano (con appuntamento h10!) che ha raggiunto piazza Castello a Torino sotto la stessa pioggia che aveva accolto nel pomeriggio le migliaia di partecipanti alla marcia popolare. Lo spezzone “noexpo” è stato oggetto di una sistematica operazione di provocazione,...
continua »
La realizzazione del traforo del Sempione fu il pretesto per organizzare Expo1906. Expo1906, svoltosi a Milano, fu il pretesto per realizzare il traforo del Sempione. Il rapporto Grandi Opere/Grandi Eventi dopo un secolo rimane ben saldo a plasmare simbolicamente le trasformazioni sociali derivate dal dominio del mercato sui territori. Ieri il Sempione, oggi le nuove grandi autostrade lombarde, oggi il ballo del mattone, oggi il Tav: opere...
continua »
Corso accelerato di semiotica quantistica | Bollettino n. 5 A rompere la monotonia della road map verso Expo2015 ci pensa una settimana densa di boutade, gaffe e in cui il subvertising umilia la comunicazione ufficiale di Expo2015, grazie all’importante spinta ricevuta da Diana Cracco, la cuoca del padiglione Italia (quello il cui logo è lo stemmino della Coppa Italia).In grande stile la dottoressa Brocca, presidente di Ecspo spa, ha annunciato il simbolo del nostro...
continua »
Expofamale non ci sono dubbi | Bollettino n.4 Settimana densa a Expopolis, tra proclami, minacce e bruschi ritorni alla realtà, ideale per rinfrescarsi i neuroni, a partire dall’Expo delle idee andato in scena in sabato 7 in Bicocca il cui esito è una non meglio precisata “Carta di Milano”. Una carta di intenti in divenire da consegnare al Segretario Generale dell’ONU il prossimo 18 ottobre; un pieno di belle parole e buoni propositi...
continua »
E luce fu… | Bollettino n. 3 Sembra ormai assegnata la gara sui lavori di allestimento e manutenzione dell’Albero della Vita. Come al solito la commissione si dovrà esprimere su un’unica candidatura, una rete d’imprese composta da Agorà, Botw e Ternana Impianti. A dire il vero una seconda società avrebbe partecipato alla gara ma essendo cinese non avrebbe potuto. Ora dovrà esprimere il proprio parere l’Autorità Nazionale Anticorruzione, ma visto l’andazzo degli...
continua »
Expo alla rovescia | Bollettino n. 02 Dopo la bufera giudiziaria inevitabili ritardi: questo si dice per penna della giornalista embedded Alessia Gallione. Expo2015 non sarà l’evento salvifico di cui si parlava nel 2008. In più, è ora di pensare a rivedere le spese dedicate al megaevento, dato che ogni accelerazione comporta inevitabilmente una maggiorazione di spesa. Spese che nel frattempo si sono riviste, come direbbe Totò, a prescindere. Continuiamo col bagno...
continua »
Expo fa male, facciamo male ad Expo Il documento finale dell’Assemblea nazionale No Expo del 17 gennaio 2015 Il 17 gennaio 2015, in una Milano che dopo aver ipocritamente pianto “l’attacco alla libertà di stampa” in Francia si prepara in termini repressivi ai 6 mesi dell’Expo, oltre 600 persone si sono ritrovate in uno spazio liberato in via Mascagni per ascoltare, discutere, confrontarsi, proporre. E’ il ricco universo di movimenti e comitati...
continua »
DOCUMENTO FINALE ASSEMBLEA NAZIONALE NOEXPO Il 17 gennaio 2015, in una Milano che dopo aver ipocritamente pianto “l’attacco alla libertà di stampa” in Francia si prepara in termini repressivi ai 6 mesi dell’Expo, oltre 600 persone si sono ritrovate in uno spazio liberato in via Mascagni per ascoltare, discutere, confrontarsi, proporre. E’ il ricco universo di movimenti e comitati resistenti, precari e contadini in lotta...
continua »
Expo alla rovescia | bollettino n. 01 A 16 (sarebbe bello 17?!) settimane dall’inizio di Expo 2015 tutto a Milano pare NON esser a buon punto per accogliere il grande evento. Attraverso questo bollettino con cadenza settimanale, ogni maledetto martedì, cercheremo di accompagnarvi (fuori d)all’apertura dei cancelli dimostrandovi che le cose non sono proprio come sembrano: sono molto peggio! Questa settimana passerà alla storia per l’inizio dell’interessantissimo progetto “Velocità e Lentezza”, un...
continua »
ASSEMBLEA NO EXPO 17 GENNAIO – via Mascagni 6 UNIVERSITA’ CHIUSA? PRENDIAMO SPAZIO IN VIA MASCAGNI 6 (Comunicato Attitudine NoExpo) Nella Milano che rivendica la libertà di espressione le porte dell’Università statale rimangono chiuse a studenti, docenti, lavoratori e la città intera. Nella Milano dove Expo patrocina iniziative omofobe perché “Expo lascia spazio a posizioni diverse e a volte antitetiche tra di loro”, si chiude un luogo di cultura per impedire dibattito e confronto....
continua »
RIEPILOGO SU MILANO CITTÀ APERTA..AL TEMPO DI EXPO 2015 ..in vista dell’assemblea nazionale NoExpo di domani Con gli occhi puntati all’estero siamo tutti per la libertà d’espressione, poi quando si torna a casa.. Milano città aperta di Expo 2015 si presenta così: in nome della libertà d’espressione, il patrocinio al convegno omofobo che vorrebbe curare gli omosessuali si tiene; però se sono gli expo-critici a volersi incontrare nella città pubblica per un’assemblea, allora il...
continua »
Assemblea nazionale NoExpo: i workshop in programma La plenaria della prima assemblea nazionale NoExpo comincerà alle ore 15 in Università degli Studi di Milano. Per chi avesse la possibilità di raggiungere la città sin dal giorno prima, a questo indirizzo le iniziative del venerdì, di seguito invece la promo del sabato ed il prospetto dei workshop che, a partire dalle ore 11, ci accompagneranno nei temi e nei conflitti dell’opposizione alla kermesse...
continua »
Gennaio si colora di #NoExpo
continua »
15G_ #NoCanal: Storia della lotta che ha messo a nudo Expo Giovedì 15 gennaio alle h21.00, di e con OffTopicLab. Ovviamente  a Ri-Make. Una serata di discussione, controinformazione e socialità per capire insieme cosa sta succedendo nella Milano di Expo2015 a partire dai nostri quartieri, per capire come stanno distruggendo i nostri territori e come riappropriarcene. In questa serata vogliamo conoscere da vicino la lotta dei comitati NoCanal, un’esperienza di autorganizzazione dai cittadini dei quartieri di...
continua »
2005-2015: 10 anni di Sos Fornace #10Fornace Da Martedì 13 a Domenica 18 Gennaio 2015 il Centro Sociale Sos Fornace festeggerà con una serie di iniziative i 10 anni di vita, a soli 100 giorni dall’inaugurazione del grande disastro Expo 2015. Un decennio in cui la Fornace è stata sempre in prima linea e controcorrente a lottare per i diritti e per la qualità della vita sul territorio.In questi 10 anni ci...
continua »
[#10Fornace] “Free jobs. Il lavoro gratuito da Expo 2015 al Jobs Act e oltre” – Incontro con A. Arvidsson, A. Fumagalli e D. Vitale Martedì 13 Gennaio ore 21 Inauguriamo i festeggiamenti per il 10° anno di vita della Fornace con un incontro dedicato al lavoro gratuito da Expo 2015 al Jobs Act e oltre. Siamo ben felici di ospitare: Andrea Fumagalli – Docente di Economia Politica Università di Pavia. Rete San Precario Adam Arvidsson – Docente di Sociologia della Globalizzazione e dei Nuovi Media all’Università Statale di Milano....
continua »
A pochi mesi dall’inizio di Expo2015, le suggestioni vengono da lontano e i nodi vengono al pettine. Il percorso NoExpo inizia nel 2007, ben prima dell’assegnazione dell’esposizione universale a Milano, negli anni ha subito modifiche ma tenuto costante la critica alle logiche e ai processi imposte da megaeventi e grandi opere. E’ venuto il momento di chiedere conto di quanto denunciamo da allora. Sin dall’inizio...
continua »
Rompiamo il vaso di Pandora | comunicato All’alba di martedì 16 dicembre, undici persone (sette donne e quattro uomini), sono state arrestate con l’accusa di terrorismo nell’ambito dell’operazione “Pandora” nelle città di Barcellona, Madrid, Manresa e Sabadell. Oltre quindici le perquisizioni effettuate tra abitazioni e spazi occupati ed un totale di oltre 400 “mossos d’esquadra” impiegati in tutto il paese. Secondo le parole del ministero dell’interno, a partire dal 2012, sarebbero una...
continua »